La mission dell’Università del Gusto è chiaramente delineata dall’art. 2 dello Statuto.
“L’Associazione non ha fini di lucro. Ha come scopo lo svolgimento di attività nel settore della cultura e della gastronoma. In particolare si propone di creare, approfondire e diffondere la gastronomia calabrese con particolare riguardo alla cultura e alle tradizioni gastronomiche del peperoncino. La cucina italiana è sicuramente un èlite nel panorama gastronomico internazionale. Parallelamente la cucina regionale calabrese con le sue tradizioni e le sue peculiarità è un patrimonio che l’Associazione intende preservare, conoscere e tramandare. Quando parliamo di gusto però non ci riferiamo solo alla cucina e alla gastronomia. Esiste, in senso più lato, un “gusto italiano” che si riferisce alla cultura, alla moda e all’arte. L’Associazione vuole preservare e tramandare anche questo patrimonio”.
L’Associazione è anche un entro di formazione per creare, sviluppare e diffondere competenze professionalità e cultura dell’alimentazione. In particolare vuole custodire e trasmettere il patrimonio di sapori e saperi della Calabria.

In sintesi queste le finalità:

  1. Valorizzare la cultura gastronomica;
  2. Contribuire alla crescita professionale del settore della ristorazione. In particolare di ristoranti, pizzerie, pasticcerie, panetterie, enoteche, gastronomie e tutto l’insieme degli operatori depositari del patrimonio enogastronomico italiano;
  3. Promuovere il recupero dei saperi e dei sapori di cui sono depositarie le famiglie e in particolare le mamme, le nonne e i contadini di Calabria.